Nasce anche a Milano il Consiglio di Zona dei Ragazzi.

News » Nasce anche a Milano il Consiglio di Zona dei Ragazzi.

di Alberto CiruzziAlberto Ciruzzi 19 Nov 2011 13:04

Dal Blog di Giovanna Carloni, Consigliere del Consiglio di Zona e referente in Commissione scuola per Rinascita

http://giovannacarloni.blogspot.com/2011/11/nasce-anche-milano-il-consiglio-di-zona.html

Nasce anche a Milano il Consiglio di Zona dei Ragazzi.
L’iniziativa è stata organizzata dalla Giunta in occasione del XXII anniversario della firma della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, per dare il via alla nascita dei Consigli di Zona dei Ragazzi e delle Ragazze, partito in via sperimentale nella Zona 9 già nel 2006.
Anche la Zona 6 ha incontrato le delegazioni delle sue scuole che partecipano al progetto presso l'auditorium della scuola Gramsci.
Per la Giunta era presente l'assessore Boeri, per il CdZ6 il Presidente Rabaiotti, il presidente della commissione scuola Fasano, il vicepresidente della commissione Meazzi, oltre a me.
A condurre la mattinata e presentare il progetto c'era l'associazione Comunità Nuova.
In Zona 6 hanno aderito 10 scuole, tra primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie: Ilaria Alpi (primaria e secondaria), San Paolino, Rinascita, Anemoni primaria, Cardarelli, Massaua, Les Gallipetes, Sally Mayer primaria, Gramsci.
Dopo un breve saluto ai ragazzi, da parte dell'assessore Boeri, che ha portato ai ragazzi i saluti del Sindaco e della Giunta, come nel Consiglio di Zona dei grandi, il presidente Rabaiotti ha invitato i ragazzi a trenta secondi di assoluto silenzio prima di iniziare i lavori per ricordare il tragico tema della morte di Giacomo (il bambino che è stato coinvolto nel tragico incidente di Via Solari mentre andava in bici) ed abbiamo così condiviso coi ragazzi l'importanza delle loro richieste e delle nostre responsabilità.
I ragazzi intervenuti hanno portato i loro elaborati, cartelloni, disegni, presentazioni in power point, plastici, video, che sintetizzano la loro immagine di una città amica dei bambini, la "Milano nel 2016": i cartelloni li attaccheremo probabilmente nell'aula consiliare.
I ragazzi hanno parlato di piste ciclabili e parchi giochi, di ingressi gratuiti nei musei per i ragazzi e biblioteche dei ragazzi, di cestini grandi e diversificati per la raccolta differenziata anche nei parchi e vicino alle scuole, di convivenza civile e sicurezza.
A maggio avremo le prime elezioni. Ogni scuola partecipante eleggerà due alunni per ogni classe che partecipa al progetto: rigorosamente un maschio e una femmina. Primo compito che avranno i nuovi eletti: individuare il giardino pubblico o il giardino di una scuola accessibile a tutti, che la Giunta si è impegnata oggi con loro a riqualificare in ogni zona

Discuss

Scrivi un commento

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License