Verbale AdG di sabato 9 marzo

News » Verbale AdG di sabato 9 marzo

di Eleonora BrunoEleonora Bruno 19 Mar 2013 16:33

Durante l’arco della mattina i genitori presenti sono stati circa 40.
Ad inizio dell’assemblea sono emersi i consueti problemi di comunicazione. Le informazioni e le notizie spesso non hanno una buona diffusione: a volte perché la comunicazione si interrompe, altre volte semplicemente perché molti non leggono le mail o non vanno sul sito; non esiste quindi una modalità migliore di altre e si conferma la necessità di continuare parallelamente con tutti gli strumenti a disposizione. Viene tra l’altro proposta l’apertura di una pagina su Facebook. Un genitore si è preso l’incarico di stilare un elenco dei rappresentanti di classe (al momento non esiste una mailing list condivisa) e un altro si è reso disponibile a tenere aggiornato l’indirizzario nel tempo.
Si è passati quindi a discutere dei temi posti all’ordine del giorno

Sportello psicologico: aggiornamenti e delibera del contributo
Le referenti scuola comunità hanno esposto nuovamente il progetto che era già stato approvato dall’assemblea dei genitori in ottobre e per la cui organizzazione si era rimandato alla commissione scuola comunità. Avuta la conferma dei docenti della possibilità di partire già in questo scorcio di fine anno scolastico le referenti hanno chiesto all’assemblea che venisse deliberata la somma che, compatibilmente con le risorse a disposizione e con altre richieste, poteva essere stanziata per questa attività. E’ seguita una interessante discussione sul progetto ed è stato segnalato che, anche in occasione del seminario dei docenti, è emersa in quasi tutti i gruppi di lavoro l’opportunità di un intervento psico/pedagogico. E’ stato deciso di mettere a disposizione fino ad un massimo di Euro 1.900,00/2.000,00, cifra che permette di non intaccare le risorse da lasciare per l’inizio del prossimo anno scolastico. Questa cifra è stata approvata all’unanimità.
Un genitore che lavora in un cooperativa del Giambellino prospetta la possibilità della estensione anche a Rinascita di un progetto in corso nella scuola Vespri Siciliani, finanziato dal comune, di intervento pedagogico e di mediazione culturale. La proposta appare a tutti molto interessante, anche se potrà partire solo a settembre e viene rimandata alla commissione scuola comunità la valutazione delle possibili modalità di collaborazione.
Per poter valutare l’importo a disposizione dello sportello psicologico è stata anticipata la discussione del terzo punto all’OdG

Delibera in merito al contributo richiesto dalla scuola per la partecipazione al concorso musicale nazionale per scuole medie.
Una professoressa di strumento ha inoltrato all’assemblea la richiesta di un contributo di Euro 270,00 per l’iscrizione di alcuni strumentisti ad un concorso musicale organizzato dal comune. Si è aperto un dibattito sull’opportunità o meno di finanziare un’attività, sicuramente molto interessante e stimolante per i partecipanti, ma che non riguarda direttamente la classe e non ha finalità educative. Un genitore ha fatto presente che, analogamente a quello che accade per le gite, sarebbe molto più sensato finanziare solo le quote dei ragazzi con effettive difficoltà economiche. Oltre ad una questione di principio sull’inopportunità di pagare a tutti, indipendentemente dal reddito, si fa presente che lo stanziamento dei fondi creerebbe un precedente e porterebbe inevitabilmente a vincolare somme sempre più grandi per un concorso la cui partecipazione e’ destinata a crescere nei prossimi anni. Tutti concordano su queste obiezioni ma visti i tempi ormai stretti per poter fare una richiesta di pagamento ai genitori (scadenza dell’iscrizione 15 marzo) si e’ deciso di recuperare la somma decurtandola dalla quota di Euro 500,00 che l’Assemblea dà ogni anno alla scuola e che non è ancora stata usata completamente (anziché stanziare una somma apposita). Viene messa ai voti questa proposta che passa con tutti i voti favorevoli eccetto 1 astenuto.
Parallelamente è stato deciso che verrà fatto presente alla scuola che l’Assemblea è disponibile a pagare solo la partecipazione di ragazzi in difficoltà.
In occasione della discussione sul concorso e’ emersa anche una diversa informazione sulla modalità di gestione della dotazione dello strumento per i ragazzi di prima che superano l’esame attitudinale: per tutti gli strumenti la scuola dà la possibilità di affitto a fronte di un modico compenso annuo, resta quindi da chiarire come e perché alcuni genitori abbiano ricevuto indicazioni per l’acquisto dello strumento. Anche su questo argomento si è deciso di chiedere chiarimenti alla scuola.

Aggiornamento sull'organizzazione della Giornata della Pace
Per la giornata della pace organizzata sabato 13 aprile una delle referenti della commissione scuola comunità ha brevemente spiegato ai genitori di prima come è organizzata tale giornata e ha distribuito a titolo esemplificativo il programma dell’ anno passato. Poiché in occasione dell’assemblea precedente era risultato non troppo chiaro il ruolo che le commissioni e i genitori stessi dovevano avere, era stata riportata una richiesta di chiarimento in commissione scuola comunità. I docenti avevano confermato che il compito di scegliere i laboratori e’ esclusivamente dei docenti ma che, come consueto, i laboratori potevano anche essere proposti dai genitori. Era stato deciso di inviare attraverso i rappresentanti di classe la sollecitazione ai genitori a proporre laboratori; anche in questo caso però sembra che la comunicazione non abbia funzionato perché molti dei presenti non avevano ricevuto nessuna mail (tra l’altro in tale occasione era emersa la mancanza di un indirizzario dei rappresentanti di classe ed era stata utilizzata la mailing list dei referenti della commissione alimentazione). Torna nuovamente la discussione sulla difficoltà di comunicazione e di condivisione delle informazioni e delle iniziative.
Una delle referenti della commissione scuola comunità elenca brevemente i 5 laboratori che sono al momento arrivati come proposte da parte dei genitori e che saranno valutati dalla commissione dei coordinatori di classe martedì 12 marzo.

Seminario "IN-formazione" del 5/6/8 marzo: di cosa si è parlato?
Il seminario era organizzato in 6 gruppi: 5 dei quali aperti anche alla partecipazione dei genitori della scuola. Un piccolo gruppo di genitori è riuscito a garantire la presenza in tutti i team disponibili ed ha quindi esposto l’andamento dei lavori.
A turno i genitori che hanno partecipato hanno parlato dell’esperienza, delle tematiche affrontate e delle problematiche emerse: sono stati esaminati gli elementi di forza e di debolezza e i genitori hanno potuto intervenire liberamente manifestando la loro posizione.
Trasversalmente è spesso emerso ancora un problema di comunicazione e di informazione tra scuola e famiglia.
Si chiederà ai docenti di condividere sul sito dei genitori le esposizioni da loro presentate.
Alcuni brevi spunti rispetto ai seminari:

  • Cittadinanza digitale e e-learning

- Problema della diversa alfabetizzazione dei ragazzi e soprattutto dei docenti.
- Valutazione di possibili test di ingresso
- Utilizzo dell’informatica per i compiti

  • Attività sociali

- Grande disinformazione su cosa effettivamente siano queste attività: necessità di dare maggiori informazioni ai genitori, ad esempio in occasione degli Open Day
- Possibilità di cambiare il nome in “laboratorio di cittadinanza” per far comprendere il significato ultimo di queste attività
- Diffusione del video sulle attività sociali presente sul canale You tube di Rinascita-> http://www.youtube.com/watch?v=k5V0WieDru8
- Possibile restituzione dei risultati delle attività alle famiglie (come per la firma del patto formativo)

  • Reti

- Una rete efficiente ed efficace può aiutare le tre componenti scolastiche (insegnanti, alunni e genitori) a collaborare insieme per raggiungere uno scopo comune
- Il problema di fondo resta sempre un difetto nelle comunicazioni tra le parti
- Bisogna utilizzare tutti gli strumenti che si hanno a disposizione (sito, mail, passaparola) per riuscire a raggiungere tutti
In tale contesto il presidente del Consiglio di Istituto sollecita, dopo aver partecipato ad un seminario organizzato dall’Ufficio Scolastico Provinciale sul rapporto genitori scuola, l’apertura di Rinascita alle diverse associazioni di secondo livello che si muovono a livello nazionale e che sono interlocutori privilegiati delle istituzioni per molte tematiche. Queste reti (associazioni di associazioni di genitori) sono esperienze molto interessanti e su alcune questioni Rinascita dimostra di poter essere un elemento di innovazione e apportare idee e pensieri interessanti.

  • Tutoring

- Funzione molto impegnativa che richiede molta esperienza
- Problema del ricambio di docenti nuovi e che vanno formati per questo compito specifico di Rinascita
- Necessità di una formazione continua
- Proposta di riorganizzare questa funzione anche attraverso il supporto dello sportello di psicologia scolastica

  • Scuola comunità

Per mancanza di tempo i genitori che hanno partecipato a questa commissione non sono riusciti a parlare; verranno pubblicati i materiali sul sito e si rimanda ad una discussione più approfondita al prossimo incontro.

Discuss

Scrivi un commento

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License